Una RV bianca per Paolo Martin

Un bel giorno, parlando con Paolo Martin, il papà della RV, viene fuori che il nostro ha scovato un esemplare in buone condizioni che viene via a prezzo di rottame. Siccome è un vulcano che non riesce mai a stare fermo, nel giro di qualche giorno se la porta a casa e la mette nel suo atelier. Tutto bene? Non proprio: la moto è rossa e a noi di gilerarv200.it un po’ ci spiace. Il motivo? Dovete sapere che Paolo Martin, sull’ingresso del suo studio, ha una gigantografia della nostra moto, un esemplare bianco con sella nera e il pensiero che ne abbia una rossa in esposizione, dal vivo, non è che ci renda entusiasti. Da qui ci viene la pazza idea di regalargli un carrozzeria completa bianca per trasformarla come quella della fotografia. Per fare ciò, ci autotassiamo, recuperiamo tutti i pezzi li sottoponiamo a un certosino lavoro di restauro e verniciatura.

pezzi bianchi verniciati di fresco

 

il lavoro prosegue

 

Una volta ultimata la carrozzeria, completa di tutti gli adesivi, abbiamo contattato Paolo e concordato un giorno per andare da lui ed effettuare il montaggio. Un bel sabato, quindi, siamo andati a Torino e lavorando in tre, abbiamo letteralmente cambiato la faccia alla sua RV. Siamo partiti da questa:

E senza perderci d’animo abbiamo cominciato a smontarla pezzo pezzo per farla diventare come nella famosa foto.

E mentre alcuni lavoravano, uno di noi non ha perso l’occasione per ammirare alcune creazioni di Paolo Martin, come la Lancia Montecarlo con gli interni speciali, rifatti dal nostro designer seguendo una recente isprazione.

Fabio nella Lancia Montecarlo

Fabio e la Montecarlo

 

Pezzo dopo pezzo, la Rv bianca prende forma. Giusto il tempo di fermarsi un attimo per mangiare qualcosa, coccolati dalla signora Gemma, la moglie di Paolo, una donna davvero simpatica e amabile che ti mette immediatamente a tuo agio. E poi, accontentato lo stomaco, di nuovo al lavoro per il tocco finale. Com’è venuta? Fantastica: la nuova RV di Paolo Martin, fa un figurone nell’atelier.

Poi, il tempo di firmare alcune dediche sui libri che lui ha scritto, sia sulle sue auto sia sulle sue moto e arriva, purtroppo il momento di andare via.

Paolo Martin firma alcune dediche per noi

A questo punto, però, vi starete chiedendo se ne è valsa la pena. Ebbene, come dice il colonnello Hannibal dell’A-Team, “adoro i piani ben riusciti”, giudicate voi stessi dalla foto, finalmente un abbinamento perfetto.

Ecco l’abbinamento che sognavamo per Paolo

Bella vero?

Comments are closed.